Il Consiglio dei Ministri affida altre 22 discariche abusive al Commissario

23 novembre 2017

Roma, 23 nov – Il Consiglio dei Ministri durante la seduta di ieri pomeriggio, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti, ha disposto l’integrazione di ulteriori 22 discariche abusive all’incarico conferito al Commissario straordinario per gli interventi necessari all’adeguamento alla normativa vigente presenti sul territorio nazionale, Gen.B. CC Giuseppe VADALÀ.

La decisione è intervenuta per velocizzare il risanamento e azzerare rapidamente le multe europee.

<Il lavoro svolto finora dal conferimento del mio mandato, che ha visto assegnate 57 discariche a questo Ufficio dei 200 siti in infrazione dal 2014 per effetto della Sentenza della Corte Europea, ha realizzato una riduzione a 51 grazie alla bonifica effettuata sui siti di Cusano Mutri, Durazzano e Rotondi in Campania, di Monte S.G.Campano e Patrica nel Lazio, e dell’Isola del Giglio in Toscana> asserisce il Commissario, e continua < bonifiche che siamo riusciti ad effettuare entro la quinta semestralità del 2 giugno 2017, e che hanno portato alla riduzione a 16 milioni di euro di multa semestrale dai 40 iniziali. Il cronoprogramma che stiamo realizzando porterà all’espunzione di altri 5 siti entro l’imminente sesta semestralità del 2 dicembre prossimo, coinvolgendo le Regioni di Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio e Sicilia>

Le ulteriori discariche affidate al Commissario dal Consiglio dei Ministri sono 22, di cui 12 individuate in Abruzzo, 3 in Calabria, 3 in Campania, 2 in Sicilia, 1in Veneto e 1 nel Lazio.

< L’attività di risanamento prosegue positivamente grazie all’azione comune attuata con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, alla Struttura di missione per le infrazioni europee del Consiglio dei Ministri, e anche alle sinergie che stiamo attivando attraverso i Protocolli d’intesa con Enti, Istituzioni e Stazioni appaltanti, che ci consentiranno maggior velocità e garanzie di sicurezza nel raggiungimento dei risultati ambiti per il Paese>

Torna all'inizio del contenuto